Counseling per gli insegnanti

La presenza di un bambino con disturbi dello sviluppo pone l’insegnante di fronte ad una serie di scelte relative alle strategie didattiche più opportune ed all’integrazione nel gruppo classe. Inoltre, incontrando l’allievo, l’insegnante entra in relazione con il sistema familiare in cui il bambino è integrato assumendo un ruolo importante nel percorso di sviluppo del bambino.

In quest’incontro possono giocarsi tante buone pratiche didattiche inclusive della disabilità ma pure possono rilevarsi problemi nella scelta delle strategie appropriate di modifica del comportamento e nella regolazione del rapporto scuola-famiglia. A questo proposito, il counseling è mirato a promuovere, attraverso sessioni di consulenza individuale o di gruppo, lo sviluppo professionale e personale dell’insegnante.

L’intervento riguarderà, infatti, sia le problematiche che sono relative all’integrazione di specifici tipi di disabilità all’interno della classe sia alla gestione dello stress ed alla risoluzione dei conflitti eventualmente attivati nel gruppo classe o dall’interazione con il sistema familiare.