di Sara Schiattone

È pressoché impossibile stabilire tutti i sintomi di un disturbo specifico dell’apprendimento, vista la grande variabilità della casistica. In alcuni casi può essere riduttivo voler equiparare la specificità individuale ad una check-list predefinita. D’altro canto è necessario stabilire delle caratteristiche fondamentali per discriminare un disturbo e quindi poterlo trattare adeguatamente.
Le linee guida nazionali e internazionali evidenziano una serie di caratteristiche peculiari della Dislessia. Oltre al clinico, queste evidenze permettono a genitori e insegnanti di riconoscere dei campanelli di allarme che possono indurli a richiedere una consulenza specifica.

Di seguito riportiamo alcuni segnali comuni della dislessia in bambini con età diversa, consci del fatto che non necessariamente un bambino che ne possiede alcuni ha un disturbo dell’apprendimento e possono esserci anche altre manifestazioni. È importante però avere un occhio attento e se le difficoltà del bambino si protraggono nel tempo prevedere la possibilità di fare degli approfondimenti.

 

Età prescolare

Difficoltà nel:

  • Riconoscere le lettere, associare il suono corretto alla lettera, articolare i suoni in un discorso
  • Pronuncia delle parole
  • Apprendere e utilizzare correttamente nuove parole
  • Imparare l’alfabeto, i numeri, i giorni della settimana o simili comuni sequenze di parole
  • Fare rime

 

Bambini in età scolare

Difficoltà nel:

  • Leggere in maniera sciolta
  • Mettere insieme le sillabe delle parole
  • Leggere velocemente
  • Comprendere ciò che leggono
  • Rapportarsi con la lettura
  • Automatizzare le regole grammaticali e ortografiche
  • Ricordare i numeri
  • Difficoltà nello scrivere e nel prendere correttamente la penna
  • Imparare e capire nuovi compiti, affidandosi prevalentemente alla memorizzazione
  • Leggere e segmentare le parole, oltre a confondere le lettere (ad esempio b e d) o invertire le lettere (al invece di la)
  • Risolvere e comprendere problemi matematici

 

Ragazzi e Adulti

Difficoltà nel:

  • Leggere a livello atteso
  • Comprendere il linguaggio non letterale, come proverbi, giochi di parole, espressioni idiomatiche
  • Leggere ad alta voce
  • Organizzare e gestire il proprio tempo
  • Riassumere una storia
  • Imparare una lingua straniera
  • Memorizzare

Un aspetto molto importante da considerare e direttamente conseguente alle difficoltà lettura del bambino è il comportamento a scuola e nei confronti dei compiti scolastici. Generalmente questi bambini tendono a sentirsi con inferiori capacità rispetto ai compagni. Mettono in atto delle strategie evasive, per non confrontarsi con continue sconfitte dando inizio ad una spirale viziosa che li porta ad essere considerati oziosi e disfattisti. In questo modo i loro atteggiamenti dovuti al senso di inadeguatezza aumentano e così il giudizio negativo di insegnanti e genitori.

Perciò è importante e necessario mettere in luce la presenza di eventuali difficoltà di apprendimento e iniziare un trattamento specifico. In questi modo il bambino si sentirà accolto e compreso e riuscirà a dare il massimo in base alle sue potenzialità.