Terapia logopedica

La logopedia (dalle parole greche logos “discorso” e paideia “educazione”) è una branca della medicina che si occupa:

  • della cura e della prevenzione delle patologie della voce, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione includendo l’uso della lingua dei segni ed il bilinguismo;
  • della cura e della prevenzione dei disturbi della deglutizione;
  • della cura e della prevenzione dei disturbi cognitivi connessi con la comunicazione, riguardanti ad esempio la memoria e l’apprendimento;
  • dello studio delle funzioni corticali superiori.

Il lavoro del logopedista è finalizzato all’educazione e rieducazione di tutte le patologie che causano:

  • Disturbi della voce e della deglutizione
  • Disturbi della parola
  • Disturbi del linguaggio orale e scritto
  • Disturbi della comunicazione

La Terapia logopedica si avvale dei dati derivanti dalla valutazione neuropsicologica per elaborare progetti di terapia che, facendo perno sulle aree di forza del paziente, sostengano quelle di debolezza.

All’interno del progetto di terapia è importante considerare:

  • Come gli stimoli percepiti determinano un cambiamento nell’adattamento all’ambiente;
  • Com’è possibile l’adattamento al mondo esterno in una condizione di disabilità;
  • Come implementare o compensare un’abilità complessa che devia dalla linea di sviluppo o che e’ stata persa a causa di fattori che sono intervenuti ad un certo punto dello sviluppo.

Si propone, dunque, un approccio riabilitativo che privilegia l’importanza della costruzione personalizzata di piani di trattamento specifici per ogni paziente. Il coinvolgimento dei familiari nel training terapeutico è necessario affinché il bambino possa generalizzare e cimentarsi con una quantità grande di informazioni sulla base di regole logiche.